BORSA-FINANZA.COM

I COSTI INEVITABILI SUI CONTI CORRENTI

Ci sono poi numerose spese non evitabili, come quelle per la gestione dei titoli, per le operazioni di acquisto e vendita degli stessi, per acquistare denaro (tasso debitore) e coś via.

Questi costi possono non apparire in maniera evidente nella promozione del conto, che spesso pone l'accento sui tagli degli altri.

Ad esempio, mentre Unicredit Banca lanciava la brillantissima campagna di spot televisivi "Ti lasceresti trattare coś da una banca?" e tagliava a zero i costi di chiusura del conto corrente e di trasferimento titoli la Xelion, la banca d'investimento del Gruppo, partiva con i rincari.

Precisamente portava le commissioni per l'acquisto di azioni dallo 0,20% allo 0,25%, quelle per covered warrant e certificati dallo 0,10-0,20% allo 0,25%, quelle per le azioni estere dallo 0,20% allo 0,30% e quelle per le obbligazioni ed i titoli di Stato dallo 0,10 allo 0,15%.

Xelion Banca rispose alle proteste sottolineando la "qualità e i contenuti dei servizi" e la gestione gratuita del dossier.